Trump contro la Terra: Usa fuori dagli accordi di Parigi

Il presidente americano Donald Trump ha annunciato dalla Casa Bianca il ritiro degli Stati Uniti dagli accordi di Parigi sul clima affermando: “Gli Stati Uniti cominceranno a negoziare un nuovo accordo sul clima“, proseguendo: “Vogliamo un accordo che sia giusto. Se ci riusciremo benissimo, altrimenti pazienza”, ha aggiunto. “Gli Usa non onoreranno più le parti non vincolanti dell’accordo di Parigi a partire da oggi, l’accordo negoziato da Obama impone target non realistici per gli Stati Uniti nella riduzione delle emissioni, lasciando invece a paesi quali la Cina un lasciapassare per anni”.

Così l’attuale del Presidente degli Stati Uniti mantiene la parola data ai suoi elettori e annuncia il ritiro degli USA dall’accordo di Parigi sul clima. Gli Usa smetteranno immediatamente di contribuire al ‘Green Climate Fund’ delle Nazioni Unite: lo ha detto il presidente americano, definendo quello di Parigi “un accordo che azzoppa gli Stati Uniti e favorisce altri Paesi”.

Dura la replica dell’ex Presidente Barack Obama, che attacca: “L’amministrazione Trump si sta unendo a una piccola manciata di nazioni che rifiutano il futuro”. Ad opporsi al presidente ci sono anche 61 sindaci, rappresentanti di circa 36 milioni di cittadini . Le amministrazioni di Los Angeles, New York, Boston e Chicago, spiegano in una lettera aperta che si “proseguirà per la nostra strada”, con una serie di “trasformazioni verso le energie rinnovabili e l’efficientamento energetico”. I ribelli si impegnano a “comprare e creare domanda per auto e camion elettrici”, a “ridurre le emissioni” e a “creare una economia pulita”, per “difendere la giustizia ambientale”. “Se il presidente ha intenzione di rompere le promesse fatte ai nostri alleati, consacrate dallo storico accordo di Parigi, noi invece costruiremo e rafforzeremo relazioni in tutto il mondo per proteggere il pianeta da devastanti rischi climatici”, si legge ancora nella lettera.

Claudio Lauretti

Related posts