Vogliamo un capodanno senza botti per i nostri amici animali

no ai botti di capodanno animali

Recentemente la Prefettura di Rovigo ha ratificato una nota che potrebbe vanificare l’impegno di tanti sindaci italiani nel vietare i “Fuochi d’artificio e Petardi di Capodanno“. A quanto pare in questa nota si evidenzia come dal un lato “i sindaci possono solamente emettere ordinanze “contingibili e urgenti”, dall’altro deve preventivamente comunicare al prefetto il provvedimento, anche ai fini della predisposizione degli strumenti necessari alla loro attuazione”.

La prefettura di Rovigo ha avuto il coraggio di affermare: “L’uso dei botti e dei fuochi pirotecnici non rappresenta una particolare situazione di pericolo idonea a costituire la premessa per l’insorgere di fenomeni di criminalità suscettibili di minare la sicurezza pubblica“. Vorrei sapere se la Prefettura di Rovigo è a conoscenza che è dimostrato scientificamente che i fuochi d’artificio hanno effetti negativi sull’ambiente, sull’uomo, sugli animali domestici e fauna selvatica, terrorizzata dai rumori.

Gli animali hanno un udito più sviluppato di quello umano, un cane ad esempio percepisce un rumore a una distanza 4 volte superiore rispetto a noi, ma non è solo una questione di intensità del suono, anche del tipo di frequenza: l’uomo sente una gamma di suoni fino a 20 mila hertz, il cane da 40/46 mila hertz, i gatti a 70.000 Hz , i pipistrelli oltre 100.000 Hz. I botti pirotecnici scatenano negli animali paura e panico inducendoli a reazioni incontrollate e pericolose, come quelle di cani e gatti che fuggono perdendo l’orientamento con il rischio di smarrirsi e vagare per strada esponendosi a incidenti con gravi conseguenze anche per gli automobilisti, o gettandosi nel vuoto se lasciati sui balconi.

Questo non viene considerato? Per quanto dobbiamo vedere queste leggi fatte su misura dell’economia e non degli esseri viventi? Lo dico perchè sempre la stessa Prefettura di Rovigo ha concluso la nota evidenziando come, qualora le ordinanze venissero applicate ci sarebbero dei danni per il mercato pirotecnico (e questo hanno fatto capire che non può accadere).

In concomitanza su change.org è stata la petizione/social campaing #noaibottidicapodanno che potrete firmare al seguente link: www.change.org/p/governo-italiano-chiediamo-una-legge-contro-i-fuochi-d-artificio-e-petardi-di-capodanno

Claudio Lauretti

Related posts