Il mio augurio di Natale: scegliete un Natale etico

natale-vegan

Ormai siamo alle porte del Natale, da sempre non è solo la festa della nascita di Gesù Bambino, ma è anche la festa della gioia, della pace e della solidarietà, allora è l’occasione giusta per essere vissuta nel pieno rispetto di tutti gli esseri viventi.

Non è certamente facile durante le grandi riunioni di famiglia accontentare i gusti di tutti, sopratutto se a tavola si siedono i temutissimi “vegani” (il terzo millennio è entrato da molti anni ma ancora ci considerano alieni venuti dal pianeta Vega) ma non è assolutamente impossibile, tutt’altro. Fare una Natale etico ed ecosostenibile non è assolutamente difficile, nè privo di gusto (visto un’altro mito da sfatare è che i nostri sono piatti poveri). Non portare animali sulla tavola può essere solo un motivo di appagare la vera essenza del Natale, di quei principi, religiosi o meno, ormai sovrastati dal consumismo. Cerchiamo di appagare l’anima, non lo stomaco.

Non sono uno chef, ma colgo l’occasione per segnalarvi alcune ricette molto gustose ed interessanti da gustare insieme ai vostri parenti e famigliari, da sostituire alle classiche ricette natalizie: mi sento di partire dai “cappelletti vegani“, piatto non troppo lontano dalla tradizione (per la ricetta clicca qui), la “vellutata di lenticchie“, perfetta per la cena (per la ricetta clicca qui) oppure per rimane più nel classico una bella “lasagna vegan” (per la ricetta clicca qui); se pensavate a qualcosa più simile all’arrosto, per chi non è vegan potreste preparare “l’arrosto di seitan” (per la ricetta clicca qui); come contorno una bella “insalatona” (per la ricetta clicca qui) e per concludere un bel “panettone vegan” (per la ricetta clicca qui) oppure un delizioso “budino di carruba” (per la ricetta clicca qui).

Di seguito invece vi suggerisco 9 idee regalo per Natale:
1. Se siamo bravi in cucina e abbiamo tempo, possiamo scegliere di regalare qualcosa di autoprodotto, tipo confetture di vari cibi, marmellate, maionese vegetale, verdure sott’olio, per passare poi, ai classici più intramontabili del Natale, come dolci, biscotti, torte, panettoni, croccanti ecc. rigorosamente senza derivati animali.
2. Se invece non abbiamo tempo da passare in cucina, possiamo pensare di fare un bel cesto di frutta di stagione, sempre gradita e utile.
3. I cestini in realtà che possiamo fare sono diversi: misti, con vari prodotti biologici e categorizzati in base a chi lo deve ricevere…solo cibo, misti con olio, salse, vini e birre vegane ad esempio.
4. Possiamo scegliere prodotti per il corpo cruelty free che magari partecipano con il loro acquisto a qualche donazione animalista.
5. Libri: letture animaliste, pro-vegan, libri di cucina, libri che possano aiutare a comprendere la scelta etica-animalista.
6. Per chi è bravo a decorare (i tessuti ad esempio) si può pensare di regalare prodotti personalizzati con nomi, iniziali o disegni particolari.
7. Una T-Shirt #FermiamoLaCorrida per sostenere la battaglia contro la Corrida in Spagna (per acquistare le T-Shirt clicca qui)
8. Calendari, gadget realizzati da associazioni animaliste che vanno ad aiutare gli animali.
9. Il regalo più bello che si possa mai ricevere e/o fare: scegliere di diventare vegani in un periodo dell’anno in cui siamo tutti più buoni.

Non dimentichiamo mai, anche sotto Natale, ciò che accade nel mondo quotidianamente. Purtroppo abbiamo il diritto di festeggiare le feste e le festività, ma abbiamo anche il dovere di non dimenticare mai che non tutti hanno questa fortuna, pensando che ogni festa, dovrebbe essere una festa di tutti, animali compresi.

Claudio Lauretti

Related posts