Come proteggere il proprio Smartphone

Molto spesso capita che si è soggetti a fughe di dati, specialmente attraverso il vostro smartphone. A chi non è capitato di essere vittima di hacking, più o meno gravi, attraverso dei virus, pishing o con altre malevole modalità che ci hanno arrecato dei danni?

Dobbiamo anzitutto evidenziare che con il passare degli anni lo smartphone è diventato una parte fondamentale della vita e della quotidianità di ognuno di noi. Non passa giorno senza che non abbiamo il telefono fra le mani, senza dimenticare quante volte lo si utilizza ogni giorno e alla varietà di operazioni che si compiono con il cellulare intelligente. Un tempo serviva solo per le chiamate e messaggi testuali, ma pian piano si è iniziato a sviluppare inserendo anche foto, navigazione online, posta elettronica, aggiornamenti dei social network, servizi di cartografia digitale e molto altro ancora.

Nonostante quidi lo smartphone svolge un ruolo fondamentale, sono pochi quelli che sembrano tenere realmente al proprio dispositivo mobile: nella memoria di smartphone e tablet sono contenute informazioni di ogni tipo, lasciate spesso e volentieri alla mercé di qualunque malintenzionato. Nella gran parte dei casi, infatti, la sicurezza smartphone è pari allo zero (o quasi) e chiunque riesca a impossessarsi del telefono può accedere a contatti, messaggi privati, posta elettronica, foto e profili social, dati sensibili di ogni tipo e nel peggiore dei casi anche dati bancari o account paypal e quant’altro

Bisogna dare quindi la giusta importanza alla sicurezza degli smartphone, è fondamentale anche per proteggere la propria privacy e i dati personali contenuti al suo interno. Le operazione sono più semplice di quanto si possa pensare per rendere più sicuri smartphone, infatti, basta fare un po’ di attenzione e un minimo di volontà a far si che non si diventi oggetto di attacchi. Spesso e volentieri le falle sicurezza smartphone sono riconducibili a errori comuni che espongono i dispotivi mobili a rischi inutili.

Al di la del blocco dello schermo, che qualora perdeste fisicamente il proprio cellulare, non vi si possa accedere, è utile anche quando si è fuori casa o all’estero, escludere dalle proprie modalità di connessione il Wi-Fi pubblico, che risulta essere il primo strumento, oltre che uno dei mezzi più semplici da sfruttare, per entrare all’interno degli smartphone e trafugare le informazioni contenute al suo interno. Quando possibile, quindi, è consigliabile collegarsi utilizzando la connessione dati oppure attendere di tornare a casa per connettersi a una rete Wi-Fi sicura.

Come ogni dispositivo tecnologico, bisogna pensare che gli smartphone Android, e in misura minora anche l’iPhone, sono soggetti a essere infettati da virus e malware di ogni tipo. Per evitare che hacker e pirati informatici mettano a rischio la sicurezza dei dati contenuti, per questo vi consiglio di utilizzare uno dei tanti antivirus a disposizione su Google Play Store e App Store. Nella gran parte dei casi, questi software sono delle vere e proprie suite di sicurezza che scansionano le app in fase di installazione bloccando qualsivoglia software malware.

Dovete sapere anche che sul web e sui social network capita di imbattersi in link abbreviati (short link o tiny url) molto utilizzati dagli iscritti di Twitter. A volte, però, dietro link brevi e “anonimi” si nascondono collegamenti a siti di phishing o portali infettati: a meno che non si sia certi della natura di tali URL, è meglio evitare di cliccarci o premerci sopra. La sicurezza dello smartphone potrebbe essere messa a rischio senza che accorgersene.

Può capitare anche di applicazioni distribuite come sicure e assolutamente necessarie siano, invece, un insieme di malware e virus di varia natura pronti a catturare i vostri dati. Prima di installare qualunque applicazione sul proprio dispositivo, dunque, è consigliabile verificarne la provenienza, attraverso anche l’antivirus che ne scansionerà ogni aspetto e cercando online informazioni sullo sviluppatore. Potrà sembrare un’operazione poco utile, mala sicurezza del vostro smartphone ringrazierà.

Queste sono le operazioni da fare affinchè il vostro smartphone non rischi la propria incolumità. Spesso essere colpiti da qualche hacker non è assolutamente una gioia, spesso anche per i propri conti. Fare le operazioni di maggior accortezza non vi richiede molto tempo e sono sopratutto alla portata di tutti.

Claudio Lauretti

Related posts